Statistiche 2016 degli ecommerce di moda e fashion
ecommerce moda statistiche e trend 2016 shopping online

Prima di approfondire altri argomenti, è fondamentale avere una panoramica sui dati statistici aggiornati ad oggi (2016) in Italia del mercato della vendita online di abbigliamento.

I numeri parlano chiaro, gli ecommerce di moda hanno quasi raggiunto il 10% degli acquisti online, con un valore superiore ai 1,5 miliardi di euro. 

La vendita di moda online è in espansione e cresce di anno in anno a doppia cifra, nel 2015 ha segnato +19% nei ricavi rispetto all’anno precedente. In italia possiamo vantare il pezzo da novanta, Yoox Net-A-Porter Group S.p.A, che con il suo macina numeri yoox.com è diventata il primo unicorno italiano, con una valutazione oltre il miliardo di euro, grazie al visionario Federico Marchetti (CEO e fondatore) e con la spinta iniziale da 25 milioni di euro del fondo venture capital di Elserino Piol.

Da tenere sott’occhio ci sono alcune realtà con un futuro ambizioso:

  • velasca.com – vendita di scarpe artigianali 100% Made in Italy.
  • privategriffe.com – vendita di abbigliamento, accessori, borse e scarpe dei top brand della moda usati.
  • family-nation.it – vendita online di abbigliamento eco e bio per neonati e bambini 0-6 anni e premaman.
  • drexcode.com – noleggio di abiti e accessori di lusso.

Per quanto riguarda i dati statistici parto da questa pesante affermazione di Google: “gli italiani non sono online, vivono online!”.

Se prendiamo per buoni gli insight che vengono forniti nelle ricerche di mercato di Google e IAB Europe, il dato è che il 95% delle persone in Italia usano un dispositivo mobile o uno smartphone per navigare, lavorare, socializzare, acquistare o semplicemente rilassarsi.

La popolazione online in italia accede al web per la maggior parte quotidianamente con il 79%, settimanalmente con il 15% e con il restante 6% mensilmente.

  • quotidianamente
  • settimanalmente
  • mensilmente

Altro dato rilevante è il tipo di informazione cercata dagli utenti online, per il 47% il prezzo, il 40% gli orari di apertura e per il 31% promozioni e sconti.

  • prezzi
  • orari di apertura
  • promozioni e sconti

I canali di acquisto in Italia sono cosi distribuiti, 65% negozi fisici (offline), 29% online, 2% email, 2% phone e 2% altro.

  • negozi fisici
  • online
  • email
  • phone
  • altri

Per quanto riguarda i device utilizzati negli acquisti online, lo fa ancora da padrone il computer con un 88%, segue lo smartphone 5% e il restante 7% altro.

  • computer
  • smartphone
  • altri dispositivi

Questi sono solo alcuni dei dati che oggi, qualsiasi figura che si occupi di marketing online, deve avere a disposizione per una visione dettagliata del processo di acquisizione di nuovi utenti.

Per ottenere un vantaggio competitivo nel mercato dell’abbigliamento online, secondo anche un rapporto di Harvard Business Review, è necessario migliorare sempre l’esperienza del cliente grazie all’elaborazione di questi insight.

L’analisi è si un’attività complessa che richiede competenze specialistiche, ma non è l’ostacolo maggiore, il problema più grosso è invece la capacità di passare dai dati all’azione.



0

C'È MOLTO ALTRO CHE TI ASPETTA.
Vuoi ricevere le best practice, consigli e dritte per ottimizzare al massimo il tuo ecommerce di moda e fashion?

Cerchi le risposte alle problematiche ecommerce del tuo fashion store?

Metti un bel MI PIACE per seguire la pagina facebook ed essere sempre aggiornato.